SONY DSC

ORARIO SANTE MESSE DAL 3 DICEMBRE 2017 AL 24 MARZO 2018:

Feriali – Martedì ore 17.30

Festivo – ore 09.30

                     

CHIESA DI SAN ROCCO
CONGREGA DI SANT’ ANNA
LACCO AMENO

CENNI STORICI

Della esistenza della chiesa di San Rocco situata nell’omonima via in uno dei vecchi rioni di Lacco Ameno denominato Lacco di Sopra (U’ Lacc e Copp) se ne parla in documenti stilati nel 1542 dal notaio Polidoro Albano (custoditi presso l’Archivio Diocesano di Ischia).
Nel 1709 i confratelli del Pio Monte di S. Anna, fondato nel 1628, acquisirono il diritto di patronato, vantato in precedenza dall’Università di Lacco (Archivio della Congrega).
A seguito del terremoto del 28 luglio 1883 la chiesa subì danni notevoli e, solo dopo anni, ebbero luogo lavori di ristrutturazione affidati all’Ing. Carlo Mennella di Casamicciola Terme. Ma l’esiguità delle risorse finanziarie consentirono una parziale ricostruzione, al punto da ridurre la stessa, da quattro archi per parte a due archi. Solo negli anni recenti e, grazie al contributo, la passione e la fede di molte persone, la Chiesa è stata completamente trasformata.
Nella facciata, risalta l’artistico portale del ‘600 in pietra di piperno, rinvenuto nel corso del restauro effettuato nel 1984, coperto da uno strato di calcestruzzo; Il campanile, crollato nel 1883 e, ricostruito su progetto dell’Ing. Antonio Castagna, è dotato di tre campane comandate elettronicamente; La maiolica raffigurante S. Rocco e S. Anna sullo sfondo di Monte Vico e del “Fungo”; Nel timpano vi è l’orologio in marmo con cifre e sfere in bronzo.
Entrando, sul lato destro, è posta proprio al di sopra della pila dell’acqua Santa, la piccola statua in legno di S, Luigi Gonzaga del 1764; Subito dopo incontriamo il primo arco al cui centro è racchiusa in una cappella di marmo, dono delle famiglie Taliercio – Calise, la statua lignea del ‘600 di S. Antonio da Padova; Nel secondo arco è posta un’altra cappella costruita a devozione dei fratelli Iacono, che racchiude il bellissimo ed artistico gruppo di statue lignee dei Santi Gioacchino ed Anna con Maria bambina, dello scultore napoletano Giuseppe Sammartino (1720 – 1793). Queste tre statue donate alla Chiesa dal canonico Antonio Schiano e restaurate dall’artista Gennaro di Talia, sono un vero gioiello d’arte.
L’attuale presbiterio con due transetti laterali, ricostruito alla fine degli anni ottanta, che sostituisce il presbiterio piccolo ed angusto costruito dopo la catastrofe del 1883, è sormontato da una grande cupola. Attualmente la Chiesa nell’insieme si presenta con quelle fattezze che aveva prima del terremoto. Al centro in basso è posto l’altare settecentesco, di ottima fattura, in marmi policromi la cui parte centrale staccata nel 1973 per formare la mensa rivolta al popolo è costituita da un solenne paliotto con in mezzo una croce finemente lavorata; sulla restante parte possiamo ammirare la custodia del SS. con due testine d’angelo, recante sotto la porticina d’argento la data del 1766 ed ai lati lo stemma della famiglia De Siano. Questo altare, fu acquistato dalla Congrega e proviene dal palazzo della suddetta famiglia, sito sulla collina della Pannella e crollato con la catastrofe del 1883. In alto al centro della raggiera artistica del 1896 in legno decorata in oro zecchino è posta la stupenda tela del 1628, di ottima scuola, raffigurante i Santi Anna, Gioacchino e Maria bambina. Ai due lati ancora due tele del ‘600 raffiguranti San Rocco e San Francesco d’Assisi.
Sul lato sinistro, nella Cappella costruita a devozione dei figli del defunto priore Francesco Paolo Iacono, troviamo la statua lignea di San Rocco del 1930, dono di Stanislao Mennella. Nel secondo arco, sulla porta che immette nella sacrestia, è situata la pregevole tela – sempre del ‘600 – della Madonna con bambino. Poco distante troviamo la statuetta di S. Aniello Abate del 1892, dono di Salvatore Silvio.
Il pavimento attuale in marmo bianco di Carrara sostituisce le antiche e consunte maioliche. Al soffitto, rifatto più volte dopo il terremoto, dapprima con un grande dipinto, distrutto dalle intemperie e dalla noncuranza, poi con un tavolato in noce. Recentemente, si è ridato la fattezza che aveva prima del 1883; al centro è posta la tela di San Rocco morente, opera di Luisa Florenzo. Alla ricostruzione del soffitto, hanno contribuito, gratuitamente, alcuni giovani della nostra comunità. L’organo a canne con sistema meccanico e ventola elettrica, è del ‘800.
In sacrestia sono custoditi l’artistico busto di San Gennaro in bronzo dorato, l’Ecce Homo in legno del ‘700, la collezione di Pastori del Presepe Napoletano. Nel salone è posto l’antico altare in legno tutto lavorato in oro fino, il grande baldacchino per l’esposizione del SS. e la statua policroma a grandezza naturale in legno di cirmolo raffigurante San Pio da Pietrelcina, dello scultore Bruno Perathoner, dono dei fedeli.

20160404_123750

CHIESA DI SAN ROCCO
CONGREGA DI SANT’ ANNA
LACCO AMENO
Funzioni ordinarie che si svolgono durante l’anno
Messa della domenica e dei giorni festivi ad eccezione del Capodanno che ha luogo alle ore 17.00:
da maggio ad ottobre ore 09.00;
da novembre ad aprile ore 09.30.
Messa infrasettimanale ogni martedì con i seguenti orari:
 da fine marzo (ora legale) a fine giugno ore 18.30;
 da luglio a settembre ore 19.00;
 ottobre ore 18.00;
 da fine ottobre (ora solare) a marzo ore 17.30.
La messa infrasettimanale è soppressa nei giorni di seguito indicati:
 in occasione delle Sante Quarantore che si svolgono presso la parrocchia della SS. Annunziata nella chiesa di Santa Maria delle Grazie, nella chiesa di Santa Restituta e nella chiesa dell’Assunta;
 31 gennaio;
 25 marzo;
 16/17/18 maggio;
 29 e 30 giugno;
 1 e 2 luglio;
 agosto (quindicina dell’Assunta);
 7 e 31 ottobre;
 13 dicembre.
Funzioni straordinarie
 Sante Quarantore: dal giovedì alla domenica nel periodo compreso tra il 18 e il 25 gennaio (presenza padre predicatore);
 dal 10 al 13 giugno : Sant’Antonio;
 21 giugno : San Luigi;
 dal 16 al 26 luglio : Novena di Sant’Anna (presenza padre predicatore);
 16 agosto : San Rocco;
 8 settembre : Natività della Madonna (orario previsto ore 06.00);
 dal 20 al 23 settembre : Triduo a San Pio di Pietrelcina e festa (presenza padre predicatore);
 2 novembre : commemorazione dei defunti (nei giorni dispari messa al mattino, nei giorni pari messa alla sera);
 novembre : ottavario dei morti;
 14 dicembre : Sant’Aniello;
 15 dicembre : Dedicazione della Chiesa;
 dal 16 dicembre : Novena di Natale (ogni mattina alle ore 06.15).

20160601_152720